Per le feste natalizie l’On. Gianpiero Bocci fa visita al distaccamento dei Vigili del Fuoco di Spoleto, che ringrazia il Sottosegretario per l’ impegno e la vicinanza dimostrata nel corso di questi anni

Il periodo delle feste natalizie è stata l’occasione per l’On. Bocci per fare visita al distaccamento dei Vigili del Fuoco di Spoleto, che ha accolto il Sottosegretario all’Interno con grande orgoglio e entusiasmo. Durante la sua visita nella caserma di Madonna di Lugo ha avuto modo di visionare l’ ultimo mezzo speciale per soccorsi in altezza, in dotazione al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco da poco assegnato al Distaccamento spoletino. Si tratta della piattaforma aerea capace di raggiungere con il suo cesto un altezza di 27.20 metri. I pompieri hanno ringraziato l’on. Bocci per l’impegno e la vicinanza dimostrata in questi anni al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e insieme al Sottosegretario hanno brindato e si sono fatti foto in occasione delle festività natalizie e del nuovo Anno. Il Distaccamento di Spoleto, uno degli otto del Comando provinciale di Perugia, è composto da trentadue unità con età media di quarantasette anni, divisi in quattro squadre. Numerose sono le loro specializzazioni e le qualifiche professionali tra cui spiccano quelle nella guida di mezzi pesanti e speciali che vanno dall’autobotte al gatto delle nevi dalla barca all’ autoscala. I dati relativi a questa Caserma parlano di 1637 interventi svoltisi nel corso del 2017, che coprono le svariate urgenze che si sono avvicendate in questo vasto territorio che và da Bastardo a Castelluccio di Norcia e da Molinaccio a Campello sul Clitunno, comprendendo il lembo sud della provincia di Perugia. Gli uomini del distaccamento di Spoleto – che erano già impegnati a gestire l’emergenza sismica a Norcia e Spoleto –, nei primi mesi del 2017 hanno dovuto fronteggiare le due emergenze sismiche del 2 Gennaio e del 18 Gennaio con epicentro Azzano. Sono stati giorni di inteso lavoro per il Distaccamento dei Vigili del Fuoco che, adeguatamente potenziato con uomini e mezzi provenienti dal Comando Provinciale di Perugia, ha fatto fronte alle numerose richieste di intervento, come la rimozione di parti immediatamente pericolanti, la copertura provvisoria di tetti danneggiati, il recupero di beni di prima necessità e verifiche varie, interventi per dissesto statico, per soccorso a persone e animali, per fughe di gas, per incendi in abitazioni, per incendi di autovetture/autocarri, incendi di boschi e/o sterpaglie, per rimuovere alberi/rami caduti o pericolanti, per danni causati dall’acqua come gli allagamenti. E molto altro ancora. Chiaramente questo elevato numero di interventi mettono in evidenza la rilevanza delle operazioni portate a termine dalle squadre dei Vigili del Fuoco in questa ampio comprensorio.